Mombasa bag YSL: icona di stile tribale

C’è stato un lungo e fortunato tempo in cui ho avuto il privilegio di poter frequentare Parigi almeno una volta all’anno, grazie al pied-à-terre di mia sorella nella Ville Lumière. Ora lei vive in un’altra bella città francese che però, a mio avviso, non potrà mai eguagliare il fascino della capitale. Tutti abbiamo dei luoghi preferiti fra le città che visitiamo o fra le località che privilegiamo per trascorrere le nostre vacanze: i miei preferiti di parigi sono sicuramente il Marais, place de Vosges e il V° Arrondissement dove si erge leggero L’Institut du Monde Arabe.

Institute du Monde Arabe con Mombasa Bag di YSL

Institut du Monde Arabe con Mombasa Bag di YSL

Eh, già! Jean Nouvel ci ha ricamato uno dei suoi capolavori riuscendo a mettere d’accordo un pò tutti. Mi sembra impossibile che siano già passati 26 anni dalla sua apertura al pubblico: certa architettura pare proprio in grado di eternarsi senza invechiare mai. Compito alquanto delicato quello di Nouvel: fondere insieme cultura europea e araba in un’unica espressione. L’Institut du Monde Arabe rientra, come altri noti edifici, nelle grandi opere fortemente volute da un Mitterand che, nella sua vision urbanistica, credeva in una Parigi “grandiosa e attuale”. Il lato nord del palazzo, senza orpelli, si integra discretamente nella città, mentre il lato sud è caratterizzato da 250 “diaframmi”-moucharabieh – che si aprono e si chiudono ogni ora.

Mi ricordo il freddo pungente di quel febbraio, per l’esattezza il 13, pronta a celebrare insieme alla mia favolosa Mombasa Bag di YSL il più bel compleanno della mia vita. E’ davvero un accessorio magico che Tom Ford creò nel 2001 per Yves Saint Laurent ed è logicamente ricercatissimo da ogni fashion victim che si rispetti. Mombasa Bag fu addirittura citata dal Wall Street Journal quale case history di scelta aziendale di assoluto successo.

Ogni borsa racchiude in sè qualcosa di assolutamente unico: i manici in osso sono infatti tutti diversi fra loro e, quindi, il risultato è molto speciale.

Mombasa bag di Yves Saint Laurent

L’ispirazione, come si evince facilmente dal suo nome, è tribale. Da portare a spalle: comoda, pratica, ampia, in pelle morbidissima. Un super classico, da subito icona di stile.

Prezzo: Euro 480 spese di spedizione escluse

Se ti interessa o se vuoi ulteriori informazioni, compila questa form:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>